La ricerca e' partita dall'intuizione che la musica di Claude Debussy si prestasse ad essere elaborata dal punto di vista timbrico con l'utilizzo di strumenti elettronici e di suoni sintetici.
L'altro punto di partenza e' stato la ricerca nell'abbinare qusti suoni sintetici al suono acustico del flauto ritenendo che entrambi potessero trarre vantaggio da questa unione.
Il flauto, unico strumento acustico, viene messo in risalto da questa cornice elettronica che l'accompagna, mentre, l'orchestra virtuale perde quel carattere di freddezza che spesso caratterizza la musica eseguita da soli strumenti elettronici. Alla sperimentazione in questo campo si contrappone una interpretazione rispettosa della tradizione anche se affrontata con molta liberta'.

reverie
01) Reverie
02) The little shepherd
03) Golliwog's cake walk
04) Ballet
05) Arabesque N.1
06) The little negro
07) Danse de la poupee
08) La plus que lente
09) La fille aux cheveux de lin
10) En bateau
11) Clair de lune
12) Syrinx



Cesare Bindi: flauto, revisione, orchestrazione e produzione MIDI
Carlo Serafini: sintetizzatori, revisione, orchestrazione e produzione MIDI

Produttore Esecutivo: Angelo Carrara
Registrato e mixato allo studio Sound Export di Firenze da Carlo Chimenti

Edito da Getar sas
©SIAE 1992